F1, Annullato il Gran Premio d’Australia

La decisione era nell’aria già da varie ore, ma adesso è ufficiale.

Dopo i disordini di ieri, causati dalla volontà della scuderia McLaren di ritirarsi dal primo gran premio stagionale a causa della positività al Covid-19 di un proprio meccanico, molti piloti si erano schierati contro la possibilità di correre la gara in programma domenica.

La FIA sembrava, fino a poche ore fa, intenta a far correre le scuderie per la prima tappa del mondiale, suscitando l’ira di molti. Lewis Hamilton parlò di decisione dettata dal “Dio Denaro”, Seb Vettel si è accodato parlando della necessità di non correre; la stessa Ferrari aveva mandato alla Federazione la richiesta di non correre.

Sono già vari i casi di Coronavirus all’interno del Circus a ruote scoperte: oltre il caso McLaren, anche la Haas ha avuto a che fare con 3 casi positivi, ma ha deciso di non prendere decisioni autonome, come, invece, ha fatto la scuderia di Milton Keyes.

Verso la mezza notte italiana è arrivata la sentenza. La Formula 1 spegne i motori e non correrà a Melbourne.

Una decisione giusta, ma che può rivoluzionare il calendario di quest’anno. La settimana prossima le scuderie andranno in Bahrain (senza tifosi), ma con tutti i dubbi del caso; mentre il GP del Vietnam è stato già cancellato.

Dopo Tennis, Calcio, NBA, MotoGp, Formula E e tantissimi altri, anche la Formula 1 si arrende all’esigenza di “restare a casa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *